autumn1.jpgautumn2.jpg

Politica ambientale comprensoriale

POLITICA AMBIENTALE COMPRENSORIALE

I Comuni di Perinaldo, San Biagio della Cima, Seborga, Soldano e Vallebona, consapevoli dell’importanza di un documento programmatico condiviso a livello territoriale, hanno partecipato alla stesura di una Politica Ambientale Comprensoriale.
L’impegno sottoscritto dai Comuni rappresenta la volontà delle diverse realtà locali di affrontare le questioni ambientali attraverso una visione d’insieme e non limitata dai singoli confini amministrativi.

I Comuni di Perinaldo, San Biagio della Cima, Seborga, Soldano e Vallebona consapevoli dell’importanza che riveste la tutela dell’ambiente e la prevenzione dell’inquinamento ai fini del miglioramento della qualità della vita dei cittadini e turisti, hanno intrapreso il percorso della Certificazione Ambientale secondo la norma UNI EN ISO 14001:2004 consapevoli dell’importanza del rispetto della normativa ambientale cogente applicabile e di ogni altra prescrizione legale sottoscritta, nell’ottica del miglioramento continuo delle performance ambientali e con l’intenzione di perseguire uno sviluppo di tipo sostenibile.

Le Amministrazioni vogliono inoltre perseguire, non solo il miglioramento delle proprie prestazioni, ma sviluppare opportune campagne di sensibilizzazione volte alla responsabilizzazione e coinvolgimento in primis dei dipendenti, dei fornitori, degli appaltatori, dei cittadini e dei turisti.

In tal modo i Comuni, assumono il ruolo di guida nella gestione degli aspetti e degli impatti ambientali, garantendo il rispetto delle vigenti norme di legge e regolamenti nella conduzione dei processi di erogazione dei servizi comunali e contemporaneamente il ruolo di indirizzo per tutte le imprese e le organizzazioni che operano sul territorio, mirando ad estendere la propria influenza nei confronti dei diversi attori sociali.

In pieno accordo con quanto esposto nella Carta di Aalborg e in occasione della Conferenza “Ambiente e sviluppo” di Rio De Janeiro, i Comuni di Perinaldo, San Biagio della Cima, Seborga, Soldano e Vallebona dotandosi di uno strumento di gestione ambientale, intendono perseguire uno sviluppo di tipo sostenibile, adottando politiche di gestione e governo finalizzate

 
 

PROGETTO COFINANZIATO DALL'UNIONE EUROPEA (fondi strutturali FESR)

 
 
 
 
 

alla razionalizzazione dell’uso delle risorse, alla valorizzazione del territorio e alla promozione dell’economia locale.

I Comuni si impegnano a collaborare per il mantenimento della presente Politica e a diffonderne i contenuti ed individuano come prioritari e condivisi i seguenti obiettivi:

  •   sviluppare, in sinergia con le organizzazioni gestrici del ciclo integrato della acque,

    programmi tesi a razionalizzare l’uso e la distribuzione della risorsa, a ridurre le perdite degli acquedotti e a migliorare le prestazioni relative all’efficienza depurativa dei diversi impianti di trattamento delle acque reflue;

  •   favorire iniziative di sensibilizzazione dei cittadini finalizzate all’uso razionale della risorsa “acqua”;

  •   ridurre le criticità ambientali tramite interventi di mitigazione del rischio idrogeologico;

  •   favorire iniziative di sensibilizzazione e di partecipazione dei cittadini finalizzate al raggiungimento delle percentuali di raccolta differenziata stabilite dalle vigenti leggi, nell’ottica di un recupero e risparmio delle risorse, anche attraverso strumenti di rilevazione delle quantità di rifiuti differenziati conferiti in zone differenti, tesi alla riduzione della tariffa

    di smaltimento;

  •   razionalizzare l’uso delle materie prime e dell’energia, favorendo l’adozione di fonti

    rinnovabili a servizio delle strutture comunali;

  •   favorire iniziative di sensibilizzazione dei cittadini finalizzate all’impiego di fonti di energia

    rinnovabile per il riscaldamento delle abitazioni e la produzione di energia elettrica;

  •   promuovere la diffusione di forme di turismo sostenibile;

  •   favorire interventi di ingegneria naturalistica finalizzati alla valorizzazione del paesaggio;

  •   adottare strumenti urbanistici ( es. Progetto colore, POI, ecc.) volti al miglioramento estetico

    dei centri storici e alla valorizzazione delle bellezze storico-architettoniche;

  •   razionalizzare l’utilizzo dei materiali di consumo degli Uffici, privilegiando, ove possibile,

    l’acquisto di prodotto riciclabili e biodegradabili (“acquisti verdi”).

    San Biagio della Cima, 7 Maggio 2013

 
 

PROGETTO COFINANZIATO DALL'UNIONE EUROPEA (fondi strutturali FESR)

 
 
 
 
 

Il Sindaco del Comune di PERINALDO

Il Sindaco del Comune di SAN BIAGIO DELLA CIMA

Il Sindaco del Comune di SEBORGA

Il Sindaco del Comune di SOLDANO
Il Sindaco del Comune di VALLEBONA

Joomla templates by a4joomla